fbpx

Matrimonio Gay in Italia: il punto di vista del Wedding Planner

Matrimonio Gay in Italia: il punto di vista del Wedding Planner

Matrimonio Gay in Italia: il punto di vista del Wedding Planner

Il matrimonio è un momento speciale nella vita di ogni persona, ma per troppo tempo è stato un diritto riservato solo a coppie eterosessuali. Tuttavia, oggi il mondo sta finalmente compiendo un passo in avanti nella lotta per l’uguaglianza, e le coppie dello stesso sesso possono finalmente legalmente sposarsi in molti paesi del mondo.

Il matrimonio tra persone dello stesso? Più di un atto legale

Per le coppie dello stesso sesso, il matrimonio rappresenta molto di più di un semplice atto legale. È un simbolo di amore, di impegno e di uguaglianza. Per molti, sposarsi rappresenta l’ultimo passo verso la vera accettazione e il riconoscimento della loro relazione.

Le coppie gay affrontano ancora molte difficoltà e discriminazioni nella società, ma il matrimonio rappresenta un passo avanti significativo verso l’uguaglianza e la piena accettazione. Questo è un momento in cui le coppie dello stesso sesso possono finalmente celebrare il loro amore in modo ufficiale, senza la paura di essere giudicate o discriminate.

Il matrimonio gay è anche un’occasione per le famiglie e gli amici di dimostrare il loro sostegno e l’affetto per le coppie omosessuali. Ciò significa che le nozze gay possono essere ancora più speciali e significative, poiché rappresentano una vera celebrazione dell’amore e dell’uguaglianza.

Ci sono ancora molte battaglie da combattere nella lotta per l’uguaglianza, ma il matrimonio gay rappresenta un passo importante nella giusta direzione. È un momento in cui le coppie omosessuali possono finalmente celebrare il loro amore e la loro relazione in modo ufficiale e pubblico.

Il matrimonio tra persone di orientamento gay è un momento di grande importanza e significato per le coppie omosessuali. Rappresenta l’ultimo passo verso l’uguaglianza e la piena accettazione nella società. Siamo sulla buona strada verso un mondo in cui l’amore e l’uguaglianza sono alla base di ogni matrimonio, indipendentemente dal genere dei partner.

L’Amore è infinito, non ha regole né limiti

Il punto di vista del Wedding Planner

Il matrimonio civile non è un matrimonio di serie B, allo stesso modo un matrimonio tra due persone dello stesso sesso non è da considerarsi un matrimonio di serie C o addirittura “strano”.

Da wedding planner mi sono chiesto cosa potessi fare per aiutare le coppie omosessuali che decidono di restare insieme per tutta la vita a rendere il proprio matrimonio un evento unico.

Parto come sempre dall’ascolto e dalla cura di ogni più piccola esigenza, occupandomi della pianificazione a 360°, degli aspetti logistici e burocratici, del progetto creativo e grafico e collaborando solo ed esclusivamente con fornitori LGBTQ+ scelti con cura.

La mia missione è contribuire a diffondere l’eguaglianza e la parità di genere e sono attivo nel promuovere i matrimoni delle coppie LGBTQ+ su tutto il territorio nazionale ma nello specifico in Basilicata, terra dove vivo e lavoro.

Che differenza c’è tra matrimonio e unione civile

Matrimonio egualitario e unione civile non sono la stessa cosa. La differenza principale sta già nel termine: quando a sposarsi sono due persone dello stesso sesso, si parla esclusivamente di unione civile, quando invece a sposarsi sono un uomo e una donna si parla di matrimonio civile.

Cosa dice la legge in Italia sul matrimonio tra persone dello stesso sesso

Le coppie omosessuali possono unirsi in matrimonio dall’8 luglio 2022. Questo è stato un grande passo avanti per la giustizia e per l’uguaglianza dei diritti, e sono felice di far parte di questo momento storico.

La sentenza costituzionale avrà effetto immediato, il che significa che le coppie omosessuali possono finalmente celebrare il loro amore in un modo che è stato a lungo negato loro. Il governo aveva 6 mesi per trasformare la sentenza in legge, il 30 settembre 2022, il governo ha ratificato la legge.

Cosa serve in Italia per fare un’unione civile?

Per fare un’unione civile sono richiesti i seguenti documenti:

  1. Documento d’identità valido;
  2. Nulla osta rilasciato dal comune di residenza, che attesti l’assenza di impedimenti al matrimonio;
  3. Certificato di nascita in formato internazionale;
  4. Eventuali documenti attestanti lo stato civile attuale (divorzio, vedovanza, annullamento del matrimonio, etc.)
  5. Copia degli eventuali documenti di identità dei testimoni.

Inoltre, è necessario che entrambe le persone siano maggiorenni, non siano già sposate o impegnate in altra unione civile e non siano parenti tra loro fino al quarto grado di parentela.

Ti è piaciuto l'articolo "Matrimonio Gay in Italia: il punto di vista del Wedding Planner" condividilo subito!